Un ausilio per la mente

Che perde i pezzi ogni dì
ed il presente è già ieri
i giovani ricordi son neri
neri notte senza stelle
quando invecchi il pavimento
è lontano e troppo basso
le mani incerte non tengono nulla
tutte le cose che hai in mano
cedono alla forza della gravità
allunghi il braccio e la sua pelle
segnata dagli anni e le amarezze
tenta con la mano malferma
di carpire quel che è caduto
ma lui resta a terra quasi incollato
rinunci ti siede e riprendi il fiato…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.